Gender gap e smart working: perché serve un approccio di genere

La pandemia ha accelerato esponenzialmente la trasformazione dell’organizzazione del lavoro innescata dal progresso tecnologico. La quarantena ha permesso di sperimentare su larga scala il telelavoro e lo smart working con cui gli spazi di lavoro sono diventati “mobili” imponendo una revisione delle attuali forme di tutela sul piano della salute e sicurezza. Una tutela che si evolve…

Leggi di più ...

Salute mentale e status socioeconomico: lo studio dell’EU-OSHA.

Sicurezza sul lavoro e lotta alle disuguaglianze sono vasi comunicanti. Lo svantaggio economico di lavoratrici e lavoratori a bassa qualifica è una variabile determinante la loro maggiore esposizione a rischi, anche psicologici. Tuttavia, nonostante la consapevolezza di questa relazione, sono ancora pochi gli studi che ne approfondiscono cause ed effetti.   L’EU-OSHA ha provato a colmare…

Leggi di più ...

Valutazione dei rischi per garantire la sicurezza e l’inclusione della forza lavoro

La valutazione dei rischi in qualsiasi ambiente di lavoro è fondamentale anche per permettere una reale e corretta inclusione della forza lavoro. La gestione della diversità nel luogo di lavoro, infatti, è una questione importante nell’ambito della sicurezza e della salute sul lavoro, soprattutto tenendo in considerazione l’invecchiamento attivo e l’ingresso della forza lavoro giovane,…

Leggi di più ...

Aggressioni nei luoghi di lavoro: un fenomeno che riguarda più settori

Sempre più frequentemente lavoratrici e lavoratori subiscono aggressioni sul luogo di lavoro: è un problema che ha avuto anche le attenzioni della cronaca, in modo particolare per quanto riguarda il settore sanitario. Ma sappiamo che questo fenomeno, seppure riguardi in misura maggiore alcuni settori, come quello della sanità appunto, non si esaurisce certo solo questo.…

Leggi di più ...

Nuova direttiva europea per l’esposizione all’amianto

Bisogna arrivare a ZERO Il Parlamento europeo ha approvato martedì 3 ottobre 2023 una nuova direttiva che modifica le norme sull’esposizione all’amianto per proteggere maggiormente le lavoratrici e i lavoratori dei settori coinvolti. Con la nuova norma, il limite di esposizione alle fibre di asbesto di origine professionale sarà di dieci volte minore rispetto a quello attuale,…

Leggi di più ...

Quali sono i lavori maggiormente pericolosi per la salute e sicurezza?

Risponde un’indagine EU – OSHA La tutela della salute e la sicurezza è fondamentale in ogni luogo di lavoro. Conoscere, però, quali sono gli ambienti maggiormente pericolosi può essere utile per intervenire e migliorarne le condizioni. Su questo assunto è partita l’indagine dell’EU – OSHA (Agenzia Europea per la salute e sicurezza sul lavoro) insieme…

Leggi di più ...

Invecchiamento della forza lavoro: il piano della Uiltrasporti e ItalUIL

Il tema dell’invecchiamento della forza lavoro si impone con urgenza alla luce dei cambiamenti demografici che stanno interessando il mondo occidentale. La situazione in Europa sull’invecchiamento della forza lavoro Si stima che nel 2025 nella UE (15 Paesi), i lavoratori di età compresa tra i 50 e i 64 anni saranno il 35% della popolazione,…

Leggi di più ...

Salute e sicurezza sul lavoro nell’era digitale: la nuova campagna EU – OSHA

Nel pieno dell’era digitale è giusto e quanto mai necessario domandarsi se e come i dispositivi di cui facciamo uso quotidianamente influenzano o meno il nostro stato di salute o compromettono la nostra sicurezza sul lavoro. La tecnologia digitale è in molti settori in grande ausilio al lavoro e un’opportunità per sostenere anche un sistema…

Leggi di più ...

CONTATTACI


    #ZEROMORTISULLAVORO

    Gruppo ufficiale della campagna:
    ”ZERO MORTI SUL LAVORO"

    Confrontiamoci sulla sicurezza sul lavoro.
    Segnalazioni, pensieri, idee, con un obiettivo preciso:
    ZERO MORTI SUL LAVORO!

    ZERO MORTI SUL LAVORO | Facebook